RICHIEDI L'ISCRIZIONE AL FORUM PER POTER PARTECIPARE ED ACCEDERE A TUTTE LE DISCUSSIONI
CLICCA QUI PER LA RICHIESTA DI ISCRIZIONE !!
 
Previous page | 1 | Next page

Zanfretta dichiara : nel 2012 torneranno gli Alieni by Mistero !

Last Update: 4/13/2012 4:08 PM
Author
Vote | Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 3,538
Registered in: 10/2/2011
Gender: Male
Elite
Master User
4/11/2012 3:09 AM
 
Quote

Il caso Zanfretta torna alla ribalta, grazie alle telecamere di Mistero, la trasmissione di Italia Uno riprende la nuova serie la 6°, e fra le altre cose si occuperà delle Abduction dichiarate da Pier Fortunato Zanfretta, incominciate nel lontano 1978 e proseguite fino al 1981 , in un numero complessivo di 11 rapimenti , nell ultimo rapimento gli Alieni dichiararono e promisero a Zanfretta che sarebbero ritornati nel 2012, lo dichiara lo stesso Zanfretta, alle telecamere di Mistero, che in questi giorni stanno registrando la sua nuova testimonianza, quindi spero almeno questa volta che il sig Zanfretta possa farli un intervista filmata, tanto ormai diciamo e' di casa .!!! [SM=g1420768]


fonte dati : www.mistero.tv/

Quando sento parlare di determinate Abduction dove si dichiara di interagire con gli Alieni sono sempre perplesso ,mi soffermo a pensare una cosa, se fossero vere denoterebbero un atteggiamento da parte degli Alieni che dire ambiguo e' dire poco , penso che paradossale all limite del patologico sia la definizione migliore di quello che penso ....

Ma mi domando se gli Alieni fanno decine, centinai o addirittura migliaia di anni luce di viaggio, possono poi decidere di incontrare pochissime persone ???

per me la risposta e' No

non ci vedo un filo logico in questo

Ho tenti di rimananere nascosto .

Ho ti mostri a tutti .

Ma rimanendo in attesa che i tanti Eletti che hanno il piacere di incontrare gli Alieni, mostrino finalmente le prove di quello che affermano, io li consiglierei non avendo mai uno stralcio di prova di quello che affermano, di incominciare a pensare che forse gli Alieni li vedono solo nella loro testa , magari quando dormono [SM=g1950684]

Che ne pensate ? [SM=g8320]


Se vuoi volare alto circondati di aquile non di polli !!!



OFFLINE
Post: 1,319
Registered in: 11/10/2011
Location: BARI
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: Programmatore
Mod Ufologando
Veteran User
4/11/2012 9:32 AM
 
Quote

Quando nel 2012 non succederà nulla, sparirà per qualche tempo per poi ritornare a dire che arriveranno nel 2014 e si ricomincerà la storiella.

Tra fine del mondo, alieni, NWO, e tutto il resto, l'unica cosa certa è la crisi e la mancata pensione che percepirò tra 30 anni...
OFFLINE
Post: 236
Registered in: 7/14/2011
Location: TARQUINIA
Age: 61
Gender: Male
Junior User
4/11/2012 9:49 AM
 
Quote

Re:
KOSLINE, 11/04/2012 03.09:

Il caso Zanfretta torna alla ribalta, grazie alle telecamere di Mistero, la trasmissione di Italia Uno riprende la nuova serie la 6°, e fra le altre cose si occuperà delle Abduction dichiarate da Pier Fortunato Zanfretta, incominciate nel lontano 1978 e proseguite fino al 1981 , in un numero complessivo di 11 rapimenti , nell ultimo rapimento gli Alieni dichiararono e promisero a Zanfretta che sarebbero ritornati nel 2012, lo dichiara lo stesso Zanfretta, alle telecamere di Mistero, che in questi giorni stanno registrando la sua nuova testimonianza, quindi spero almeno questa volta che il sig Zanfretta possa farli un intervista filmata, tanto ormai diciamo e' di casa .!!! [SM=g1420768]


fonte dati : www.mistero.tv/

Quando sento parlare di determinate Abduction dove si dichiara di interagire con gli Alieni sono sempre perplesso ,mi soffermo a pensare una cosa, se fossero vere denoterebbero un atteggiamento da parte degli Alieni che dire ambiguo e' dire poco , penso che paradossale all limite del patologico sia la definizione migliore di quello che penso ....

Ma mi domando se gli Alieni fanno decine, centinai o addirittura migliaia di anni luce di viaggio, possono poi decidere di incontrare pochissime persone ???

per me la risposta e' No

non ci vedo un filo logico in questo

Ho tenti di rimananere nascosto .

Ho ti mostri a tutti .

Ma rimanendo in attesa che i tanti Eletti che hanno il piacere di incontrare gli Alieni, mostrino finalmente le prove di quello che affermano, io li consiglierei non avendo mai uno stralcio di prova di quello che affermano, di incominciare a pensare che forse gli Alieni li vedono solo nella loro testa , magari quando dormono [SM=g1950684]

Che ne pensate ? [SM=g8320]



Tio dico quello che ne penso io KOS.
Lo sai quale è il maggior problema di noi umani? Quello di applicare la nostra cultura, derivante dalla nostra evoluzione, alla loro. Nel senso che noi immaginiamo che loro abbiano avuto la stessa nostra evoluzione, con il solo sovrappiù tecnologico, senza considerare le diversità della coscienza e conoscnza della realtà che ci circonda. Praticamente noi vediamo il mondo solo lineare nelle 3D, ma non riusciamo a concepire un mondo multidimensionale, come probabilmente invece conoscono loro e ci viene insegnato dalla meccanica quantistica. Per farti un esempio pratico: sicuramente riusciranno a viaggiare in tempi brevissimi, sfruttando la comunicazione dell'entanglemt quantistico, che noi non abbiamo ancora compreso (almeno ufficialmente, ma che in verità.....). Hanno sicuramente coscienza e conoscnza molto più avanti della nostra; per questo bisogna aprire la mente ad un sistema completamente diverso di vedere le cose. Il messaggio dei Maya, grandi maestri nel nostro passato dimenticato, è collegato proprio allo sviluppo della nostra coscienza che vedrà le future generazioni crescere in maniera che non ci saremmo mai aspettati. Gli alieni, che io chiameri nostri fratelli maggiori, ci stanno aiutando a comprendere e, nello stesso tempo ed in altre maniere, noi aiutiamo loro.

Tutto questo naturalmente al di fuori delle verità o meno di Zanfretta e di tutti gli altri. Ma sono certo che in molte cose che dicono c'è del vero.


OFFLINE
Post: 1,319
Registered in: 11/10/2011
Location: BARI
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: Programmatore
Mod Ufologando
Veteran User
4/11/2012 10:18 AM
 
Quote

Re: Re:
sgittario, 11/04/2012 09.49:


mai aspettati. Gli alieni, che io chiameri nostri fratelli maggiori, ci stanno aiutando a comprendere e, nello stesso tempo ed in altre maniere, noi aiutiamo loro.


E se invece gli alieni fossero delle proiezioni della nostra mente?
Da sempre l'uomo ha ricercato qualcosa da porre al di sopra della propria conoscenza, tralasciando le inquisizioni et simila, proprio in risposta ad un ego venuto male.

I greci, alla visione dei fulmini, posero Zeus al centro dell'Olimpo e Chrono a vigilare sul tempo, proprio perché nei limiti umani esistevano fenomeni che non si potevano controllare. Ovviamente l'uomo si evolve, così come l'ambiente circostante e ciò che prima era rappresentato da Zeus, ora prende la forma di un alieno.
Ovviamente è solo un esempio, così come possono essere gli archetipi che ci portiamo dalla nascita. Se io dico ad un bimbo di 5 anni di disegnare un UFO, questi traccerà sul foglio una forma ovale che si staglia nel cielo.

Equazione di Drake a parte, io sono dell'idea che l'universo, nella sua ampiezza, può portare ad una probabilità molto bassa di far incontrare due specie proveniente da mondi fisici differenti. Notare la fisicità come parte del nostro sistema nervoso.
La realtà come la percepiamo è basata su una frequenza, al di fuori di questa frequenza, i nostri sensi non percepiscono nulla, al contrario il nostro cervello elabora qualcosa di anomalo. Dico questo perché pensare di riprendere con apparecchi tecnologici ciò che i sensi non apprendono non è pensabile, mi riferisco soprattutto ad entità oniriche.

Per forza di cose, se noi vediamo allora è reale, lasciando perdere i dogmi relativi a San Tommaso, altrimenti staremmo parlando per pura fede e cadrebbe la stessa scienza. Ammettere che l'incontro tra due specie di diversi mondi possa influenzare le religioni mondiali, a parer mio è solo una scusa. Non è scritto da nessuna parte che chi ha creato l'uomo (se veramente è stato creato così come ci spiegano i testi sacri) non abbia creato anche altri esseri viventi fuori dal nostro pianeta.

Va beh, stiamo divagando troppo [SM=g8906]
OFFLINE
Post: 3,538
Registered in: 10/2/2011
Gender: Male
Elite
Master User
4/11/2012 11:25 AM
 
Quote

Re: Re:
sgittario, 11/04/2012 09.49:



Tio dico quello che ne penso io KOS.
Lo sai quale è il maggior problema di noi umani? Quello di applicare la nostra cultura, derivante dalla nostra evoluzione, alla loro. Nel senso che noi immaginiamo che loro abbiano avuto la stessa nostra evoluzione, con il solo sovrappiù tecnologico, senza considerare le diversità della coscienza e conoscnza della realtà che ci circonda. Praticamente noi vediamo il mondo solo lineare nelle 3D, ma non riusciamo a concepire un mondo multidimensionale, come probabilmente invece conoscono loro e ci viene insegnato dalla meccanica quantistica. Per farti un esempio pratico: sicuramente riusciranno a viaggiare in tempi brevissimi, sfruttando la comunicazione dell'entanglemt quantistico, che noi non abbiamo ancora compreso (almeno ufficialmente, ma che in verità.....). Hanno sicuramente coscienza e conoscnza molto più avanti della nostra; per questo bisogna aprire la mente ad un sistema completamente diverso di vedere le cose. Il messaggio dei Maya, grandi maestri nel nostro passato dimenticato, è collegato proprio allo sviluppo della nostra coscienza che vedrà le future generazioni crescere in maniera che non ci saremmo mai aspettati. Gli alieni, che io chiameri nostri fratelli maggiori, ci stanno aiutando a comprendere e, nello stesso tempo ed in altre maniere, noi aiutiamo loro.

Tutto questo naturalmente al di fuori delle verità o meno di Zanfretta e di tutti gli altri. Ma sono certo che in molte cose che dicono c'è del vero.





si ok ci può stare che siamo piccoli piccoli, ma esiste un ma secondo me che non deve essere trascurato

I comportamenti non penso che variano da civiltà a civiltà, perché ad una azione corrisponde una reazione, se uccido, uccido sia qui , sia su Nibiru se esiste, onestamente rimane un comportamento assurdo e illogico quello degli Alieni, ti fai vedere da pochissime persone e a loro dichiari verità cosmiche, spesso e volentieri diverse o che poi spesso si rivelano addirittura false ,quindi se il tuo intento e' questo (dichiarare verità cosmiche all umanità) atterri e li dichiari a tutti in maniera inequivocabile, e non prendi in giro alcuni poveri Umani , perché se colleghi tutte le dichiarazioni degli Eletti (COSA MOLTO IMPORTANTE) noterai che dicono cose spesso diverse, sbagliate, o profezie che non si avverano mai , allora rimangono due spiegazioni altro non ci vedo

ho gli Alieni sono dei grandi burloni [SM=g10191]

ho gli Eletti sono dei grandi sognatori [SM=g8891]



Ma sono certo che in molte cose che dicono c'è del vero.



Certo ognuno può giustamente avere le sue sensazioni , io cmq anche se sono un tipo molto istintivo nella vita di tutti i giorni, in queste cose lascio il mio istinto fuori dalla porta, nella ricerca si deve cercare di essere il meno possibile condizionati , quindi fino a prova contraria (che non ho mai visto) penso che ho mentano ho sognano gli eletti.... [SM=g8278]
[Edited by KOSLINE 4/11/2012 11:35 AM]


Se vuoi volare alto circondati di aquile non di polli !!!



OFFLINE
Post: 236
Registered in: 7/14/2011
Location: TARQUINIA
Age: 61
Gender: Male
Junior User
4/11/2012 2:27 PM
 
Quote

Re: Re: Re:
Stige81, 11/04/2012 10.18:


E se invece gli alieni fossero delle proiezioni della nostra mente?
Da sempre l'uomo ha ricercato qualcosa da porre al di sopra della propria conoscenza, tralasciando le inquisizioni et simila, proprio in risposta ad un ego venuto male.

I greci, alla visione dei fulmini, posero Zeus al centro dell'Olimpo e Chrono a vigilare sul tempo, proprio perché nei limiti umani esistevano fenomeni che non si potevano controllare.



Ciao Stige,
personalmente mi resta difficile pensare agli alieni come ad una proiezione della nostra mente. Ritengo che sul nostro pianeta ci siano diversi indizi "alieni", almeno per come la vedo io naturalmente. E permettimi di essere un po in disacordo sul tuo modo di vedere la mitologia. Ci racconta tantissimi eventi, storie, che se ci si pensa più approfonditamente, ci si rende conto che inventarsele tutte non è così semplice. Petanto, parlando sempre dal mio punto di vista, si nascondono, e secondo me nemmeno tanto, delle verità di un profondo passato che per la nostra cultura è difficile da comprendere. Per questo ritengo improbabile che una volta visto un fulmine si sono inventati Zeus e poi con tutto quello che sullo stesso Zeus viene narrato.
Credo che nella mitologia ci sia sempre una base di verità.....

OFFLINE
Post: 3,538
Registered in: 10/2/2011
Gender: Male
Elite
Master User
4/11/2012 3:12 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re:
sgittario, 11/04/2012 14.27:



Ciao Stige,
personalmente mi resta difficile pensare agli alieni come ad una proiezione della nostra mente. Ritengo che sul nostro pianeta ci siano diversi indizi "alieni", almeno per come la vedo io naturalmente. E permettimi di essere un po in disacordo sul tuo modo di vedere la mitologia. Ci racconta tantissimi eventi, storie, che se ci si pensa più approfonditamente, ci si rende conto che inventarsele tutte non è così semplice. Petanto, parlando sempre dal mio punto di vista, si nascondono, e secondo me nemmeno tanto, delle verità di un profondo passato che per la nostra cultura è difficile da comprendere. Per questo ritengo improbabile che una volta visto un fulmine si sono inventati Zeus e poi con tutto quello che sullo stesso Zeus viene narrato.
Credo che nella mitologia ci sia sempre una base di verità.....




Guarda Sgittario se io fossi un Alieno e vorrei impossessarmi del pianeta terra veloce veloce , mi metterei una barba lunga bianca farei travestire una 20ina di miei collaboratori con le ali e il viso angelico da pargoletti e scenderei sulla terra fluttuando dolcemente , penso che più del 90% dell Umanità si prostrerebbe hai miei piedi, quindi quando vedo teorie che associano divinità ad Alieni , non le scarto a priori , insomma il concetto logico fila , magari per insegnarci qualcosa si sono inventati ste cose ..., pero la fantasia Umana non ha limiti ed e' indubbio che molte mitologie derivano dalla forza (paura) di Madre Natura , il Dio sole il Dio del mare ecc , anche perché oggi tu sai i perché avvengono i terremoti fulmini maremoti tempeste uragani tornado e soprattutto i bolidi che cadono dal cielo , nell passato no e queste cose si associavano alle divinità, non per niente nei periodi di carestia si invocavano gli Dei proprio perché si associava il clima, la natura in generale, alle divinità, non so se hai mai avuto il piacere di vedere un bolide una meteora che si disintegra nelle tue vicinanze, a me ' capitato in mezzo al mare di notte mentre stavo pescando , e ti assicuro che sembrava (con tutto che sapevo cosa era) l'apocalisse , uno spettacolo della natura [SM=g8278]

come molte cose che associano agli Alieni tipo dipinti che raffigurano navi aliene o addirittura figure Aliene hanno comunque una risposta abbastanza concreta da parte degli studiosi di quelle civiltà che tutto sono tranne che raffigurazioni Aliene .... alemno questo e' quello che penso
[Edited by KOSLINE 4/11/2012 3:19 PM]


Se vuoi volare alto circondati di aquile non di polli !!!



OFFLINE
Post: 1,319
Registered in: 11/10/2011
Location: BARI
Age: 40
Gender: Male
Job/occupation: Programmatore
Mod Ufologando
Veteran User
4/11/2012 3:57 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re:
sgittario, 11/04/2012 14.27:



Ciao Stige,
personalmente mi resta difficile pensare agli alieni come ad una proiezione della nostra mente. Ritengo che sul nostro pianeta ci siano diversi indizi "alieni", almeno per come la vedo io naturalmente. E permettimi di essere un po in disacordo sul tuo modo di vedere la mitologia. Ci racconta tantissimi eventi, storie, che se ci si pensa più approfonditamente, ci si rende conto che inventarsele tutte non è così semplice. Petanto, parlando sempre dal mio punto di vista, si nascondono, e secondo me nemmeno tanto, delle verità di un profondo passato che per la nostra cultura è difficile da comprendere. Per questo ritengo improbabile che una volta visto un fulmine si sono inventati Zeus e poi con tutto quello che sullo stesso Zeus viene narrato.
Credo che nella mitologia ci sia sempre una base di verità.....



Sgittario rispetto il tuo pensiero ma a parer mio quello che "può sembrare" la verità di un misterioso passato, altro non è che dissonanza cognitiva di chi vuol sentirsi dire ciò che afferma.
Minotauri, centauri, chimere e tutte le creature mitologiche trovano un affascinante universo chiamato interpretazione.
Sai quante immagini dell'epoca moderna ci sono che il cervello elabora con diverso soggetto?
OFFLINE
Post: 59
Registered in: 3/13/2012
Location: MILANO
Age: 35
Gender: Male
Junior User
4/12/2012 2:34 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re:
sgittario, 11/04/2012 14.27:

Ci racconta tantissimi eventi, storie, che se ci si pensa più approfonditamente, ci si rende conto che inventarsele tutte non è così semplice. Petanto, parlando sempre dal mio punto di vista, si nascondono, e secondo me nemmeno tanto, delle verità di un profondo passato che per la nostra cultura è difficile da comprendere. Per questo ritengo improbabile che una volta visto un fulmine si sono inventati Zeus e poi con tutto quello che sullo stesso Zeus viene narrato.
Credo che nella mitologia ci sia sempre una base di verità.....





Carl Jung, inconscio collettivo, archetipi junghiani... ti dicono qualcosa? [SM=g27985]
OFFLINE
Post: 236
Registered in: 7/14/2011
Location: TARQUINIA
Age: 61
Gender: Male
Junior User
4/12/2012 3:28 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re:
BruttoDentro, 12/04/2012 14.34:




Carl Jung, inconscio collettivo, archetipi junghiani... ti dicono qualcosa? [SM=g27985]



Possono essere sincero? Non conosco Carl jung. E, sempre ad essere sincero, a mio modo di vedere ci trinceriamo troppo dietro questo inconscio collettivo... [SM=g27992]

OFFLINE
Post: 3,562
Registered in: 7/23/2011
Gender: Male
Master User
4/12/2012 3:54 PM
 
Quote

BruttoDentro, 12/04/2012 14.34:




Carl Jung, inconscio collettivo, archetipi junghiani... ti dicono qualcosa? [SM=g27985]




"Carl Gustav Jung cominciò a occuparsi di UFO negli anni '40, leggendo tutto quanto veniva pubblicato sull'argomento e nel 1958, tre anni prima di morire, pubblicò questo saggio denso e provocatorio, che può esser letto come una puntuale interpretazione psicologica del fenomeno, ma anche come una ricapitolazione essenziale delle sue principali idee sulla psiche, e insieme come un messaggio - uno degli ultimi - in cui trovano posto le speranze e i timori che egli nutriva circa il futuro dell'umanità. Le principali idee sull'argomento erano state elaborate già da tempo, tant'è vero che, in una lettera del 6 febbraio 1951, indirizzata alla dottoressa Beatrice Hinkle di New York, Jung scriveva tra l'altro: "[…] E' comunque singolare che l'esistenza dei dischi volanti non sia stata ancora provata in modo decisivo […] Non sono riuscito a decidere se si tratta di una diceria accompagnata da allucinazioni individuali o collettive, oppure di fatti obbiettivi. Se si tratta di una voce, allora deve necessariamente trattarsi di un simbolo che proviene dall'inconscio[…] In un'epoca in cui il mondo è diviso da una cortina di ferro, dobbiamo attenderci ogni genere di cose bizzarre: nella vita dell'individuo ciò equivarrebbe a una dissociazione completa, compensata per lo più da simboli di totalità e unità […] Il fenomeno dei dischi volanti potrebbe essere le due cose insieme, nel qual caso si tratterebbe di un fenomeno sincronistico." Concetti analoghi vengono espressi anche in Ricordi sogni riflessioni, in cui si allude agli UFO come a prodotti di "una compensazione psichica, che ha assunto la forma di simboli circolari dell'unità, che rappresentano una sintesi degli opposti all'interno della psiche." Ma è naturalmente nel presente saggio che le intuizioni junghiane vengono organizzate ed estesamente argomentate. L'interesse di Jung appare motivato dall'incontro tra un evento sociale ampiamente diffuso (le voci relative all'avvistamento di dischi volanti) e la particolare situazione storica del momento. Jung vi accenna ripetutamente. Si era negli anni '50, in piena "guerra fredda". Da non molto la "cortina di ferro" era calata a dividere l'Oriente dall'Occidente e lo scoppio di un nuovo conflitto mondiale - e della catastrofe atomica che molto probabilmente esso avrebbe provocato - sembrava a molti imminente. A questo pericolo Jung aggiungeva i rischi connessi al "vertiginoso aumento della popolazione" e al correlativo restringimento dello spazio vitale, nonché il proliferare di grandi organizzazioni politiche e sociali che, "non appena diventano fine a se stesse, divorano la natura umana come se fossero una formazione cancerosa, e si rendono autonome" (sembra una anticipazione della battaglia contro le multinazionali!)."

www.arpajung.it/sorgenti/mandala_nello_spazio.htm




_______________________________________________________________________________________

Compito della scienza non è aprire una porta all'infinito sapere, ma porre una barriera all'infinita ignoranza.
OFFLINE
Post: 59
Registered in: 3/13/2012
Location: MILANO
Age: 35
Gender: Male
Junior User
4/12/2012 3:55 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re:
sgittario, 12/04/2012 15.28:



Possono essere sincero? Non conosco Carl jung. E, sempre ad essere sincero, a mio modo di vedere ci trinceriamo troppo dietro questo inconscio collettivo... [SM=g27992]




In che senso?

La teoria psicoanalitica dell'inconscio collettivo spiega molti dei presunti fenomeni sovrannaturali e delle corrispondenze e similitudini, che tu hai fatto notare, tra vari miti e leggende delle più disparate culture.

Avendo esperienza abbastanza ampia di sogni e di onironautica (sogni lucidi) posso confermare molte delle teorie junghiane sull'inconscio. Nella nostra mente risiedono simboli e, per l'appunto, archetipi non facenti parte della nostra memoria ed esperienza personale.

Ovviamente ognuno è libero di abbracciare una qualsiasi ipotesi e ideologia, ma sono convinto che per avere un'ampia panoramica del fenomeno ufo ed affrontare argomenti di frontiera quali le abduction et similia, come requisito necessario sia indispensabile conoscere la psiche dell'uomo e le sue FORMIDABILI capacità di creare illusioni.
Studiare qualcosina di Jung, anche semplicemente attingendo alle informazioni presenti sulla rete, è pertanto consigliato per non dire obbligatorio.
OFFLINE
Post: 236
Registered in: 7/14/2011
Location: TARQUINIA
Age: 61
Gender: Male
Junior User
4/12/2012 9:25 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
BruttoDentro, 12/04/2012 15.55:



In che senso?

La teoria psicoanalitica dell'inconscio collettivo spiega molti dei presunti fenomeni sovrannaturali e delle corrispondenze e similitudini, che tu hai fatto notare, tra vari miti e leggende delle più disparate culture.

Avendo esperienza abbastanza ampia di sogni e di onironautica (sogni lucidi) posso confermare molte delle teorie junghiane sull'inconscio. Nella nostra mente risiedono simboli e, per l'appunto, archetipi non facenti parte della nostra memoria ed esperienza personale.

Ovviamente ognuno è libero di abbracciare una qualsiasi ipotesi e ideologia, ma sono convinto che per avere un'ampia panoramica del fenomeno ufo ed affrontare argomenti di frontiera quali le abduction et similia, come requisito necessario sia indispensabile conoscere la psiche dell'uomo e le sue FORMIDABILI capacità di creare illusioni.
Studiare qualcosina di Jung, anche semplicemente attingendo alle informazioni presenti sulla rete, è pertanto consigliato per non dire obbligatorio.



Intanto ringrazio EONE per le sue specificazione su Carl Jung.

Rispondo alle tue riflessioni BruttoDentro (ma sono sicuro che non lo sei [SM=g27988] ) per quello che è il mio punto di vista personale.

Non metto in discussione l'esistenza dell'inconscio collettivo, anzi. Ma come hai detto tu nel primo paragrafo è una "Teoria" e come tale è soggetta a diverse interpretazioni. Non mi trovo d'accordo sul fatto che nella nostra mente risiedono archetipi e simboli che non fanno parte della nostra esperienza personale. Se tu credessi nella reincarnazione, cio ti sarebbe più facile da comprendere. Attenzione, non mi scambiare per un buddista, tibetano o chicchessia, sono solo esclusivamente convinzioni dettati dalla coscienza e conoscenza personale. Per essere più chiari: io sono io e gli altri sono gli altri. Ognuno siamo diversi dagli altri.

Sul terzo paragrafo sono d'accordo con te, un po meno sul fatto di conoscere per forza Jung per certi tipi di valutazioni. Per quanto mi riguarda non credo di averne bisogno, almeno per ora.
OFFLINE
Post: 59
Registered in: 3/13/2012
Location: MILANO
Age: 35
Gender: Male
Junior User
4/13/2012 11:20 AM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
sgittario, 12/04/2012 21.25:


Se tu credessi nella reincarnazione, cio ti sarebbe più facile da comprendere.



Il problema è proprio quel "se tu credessi". Nel campo della ricerca le credenze devono essere messe al bando, e ti parla uno che non è nuovo nella spiritualità occidentale e orientale. Ho anche un barlume di esperienza (seppur assolutamente esigua) in tecniche meditative e yogiche, nonché in ipnosi regressiva, in medianità e spiritualismo.

Ora, le tue credenze sono le tue credenze e dunque non è possibile discutere su quelle né ho io diritto alcuno di criticarle, ma se fossi in te mi accingerei a metterle in seria discussione, il ché non significa negarle, per ascoltare anche campane diverse da quelle che suonano le tue melodie preferite.

Mi perdonerai ma affermare di non aver bisogno di studiare Jung è quanto di più presuntuoso si possa dire, tra l'altro il personaggio in questione si discosta molto dal "materialismo positivista psichico" freudiano che, ad essere sinceri, non piace neanche a me.
Ebbene, un ricercatore che si rispetti ha il dovere morale di saggiare anche piatti non graditi.

Se pertanto vuoi credere nella reincarnazione per giustificare l'esistenza dell'inconscio collettivo sei liberissimo di farlo, ma non posso che invitarti caldamente ad armarti di pazienza e di leggere qualcosina di Jung, quanto meno per ampliare il tuo bagaglio di conoscenze relativo al complesso funzionamento della psiche umana, le quali capacità vanno ben oltre l'immaginazione ma che giustificare in toto con teorie speculative e spiritualiste non credo giovi alla ricerca, all'intelligenza, e alla spiritualità stessa.
OFFLINE
Post: 236
Registered in: 7/14/2011
Location: TARQUINIA
Age: 61
Gender: Male
Junior User
4/13/2012 12:02 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
BruttoDentro, 13/04/2012 11.20:



Il problema è proprio quel "se tu credessi". Nel campo della ricerca le credenze devono essere messe al bando, e ti parla uno che non è nuovo nella spiritualità occidentale e orientale. Ho anche un barlume di esperienza (seppur assolutamente esigua) in tecniche meditative e yogiche, nonché in ipnosi regressiva, in medianità e spiritualismo.

Ora, le tue credenze sono le tue credenze e dunque non è possibile discutere su quelle né ho io diritto alcuno di criticarle, ma se fossi in te mi accingerei a metterle in seria discussione, il ché non significa negarle, per ascoltare anche campane diverse da quelle che suonano le tue melodie preferite.

Mi perdonerai ma affermare di non aver bisogno di studiare Jung è quanto di più presuntuoso si possa dire, tra l'altro il personaggio in questione si discosta molto dal "materialismo positivista psichico" freudiano che, ad essere sinceri, non piace neanche a me.
Ebbene, un ricercatore che si rispetti ha il dovere morale di saggiare anche piatti non graditi.

Se pertanto vuoi credere nella reincarnazione per giustificare l'esistenza dell'inconscio collettivo sei liberissimo di farlo, ma non posso che invitarti caldamente ad armarti di pazienza e di leggere qualcosina di Jung, quanto meno per ampliare il tuo bagaglio di conoscenze relativo al complesso funzionamento della psiche umana, le quali capacità vanno ben oltre l'immaginazione ma che giustificare in toto con teorie speculative e spiritualiste non credo giovi alla ricerca, all'intelligenza, e alla spiritualità stessa.



Il fatto è che questo genere di credenze, come tu giustamente le chiami,derivano dalla coscienza/conoscenza personali, cioè da come si interpreta il mondo fuori visto da "dentro". E' la coscienza, sulla base di esperienze maturate, che ti guida nella comprensione; anche sbagliando naturalmente. Ma del resto è così che impara, no?
Purtoppo quste "credenze" non possono essere verificate in maniera certa, ma solo con l'esperienza attuale e..... passata. Per questo non possono essere messe al bando.
Secondo me chi lo ha fatto è perchè si è trovato in un momento inoppurtuno, ma che saranno ripresi in altri periodi della propria vita. Per chiarire: spesso facciamo azioni che non era quello il momento migliore per capirle.

E scusa se ti sono apparso presuntuoso nei confronti di Jung ma, come ho detto sopra, la mia coscienza, almeno per ora, non ne vede l'utilità. Poi all'ocorrenza si vedra. [SM=g27988]


OFFLINE
Post: 59
Registered in: 3/13/2012
Location: MILANO
Age: 35
Gender: Male
Junior User
4/13/2012 2:48 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
sgittario, 13/04/2012 12.02:


Purtoppo quste "credenze" non possono essere verificate in maniera certa, ma solo con l'esperienza attuale e..... passata. Per questo non possono essere messe al bando.
Secondo me chi lo ha fatto è perchè si è trovato in un momento inoppurtuno, ma che saranno ripresi in altri periodi della propria vita. Per chiarire: spesso facciamo azioni che non era quello il momento migliore per capirle.



Non credo di aver capito bene il significato delle tue ultime due affermazioni, e se l'ho capito non ho ben compreso cosa c'entrino.
Per quanto riguarda il mettere al bando le proprie credenze, come ho già detto ciò vale nella ricerca scientifico-sperimentale e solo in quella, dunque è più che plausibile continuare ad essere ricercatori e nel contempo avere delle proprie credenze derivanti da esperienze personali soggettive, il problema è quando si cerca di avvalorare una propria tesi basata sulle stesse e dunque non sulle sperimentazioni e, per l'appunto, sulla ricerca e su dati obiettivi.

Se non si rispettano certi canoni non si può fare ricerca seria e rigorosa, al massimo della speculazione che può anche andar bene in certe misure e in certi contesti, ma che è senza dubbio fuori luogo nel campo dell'ufologia e nello studio di fenomeni ad essa, presumibilmente, correlati (abduction etc).

L'aver mescolato l'ufologia con la religione e la parapsicologia ha creato degli abomini e dei seri danni all'ufologia stessa che tutti noi partecipanti del forum ben conosciamo.
[Edited by BruttoDentro 4/13/2012 2:51 PM]
OFFLINE
Post: 3,538
Registered in: 10/2/2011
Gender: Male
Elite
Master User
4/13/2012 4:08 PM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
BruttoDentro, 13/04/2012 14.48:





L'aver mescolato l'ufologia con la religione e la parapsicologia ha creato degli abomini e dei seri danni all'ufologia stessa che tutti noi partecipanti del forum ben conosciamo.



Quoto straquoto e riquoto [SM=g9962]




Se vuoi volare alto circondati di aquile non di polli !!!



Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Questo forum non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro). L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.



<!script type="text/javascript" src="http://codice.shinystat.com/cgi-bin/getcod.cgi?USER=ufologando"> <!noscript> <!a href="http://www.shinystat.com/it" target="_top"> <!img src="http://www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=ufologando" alt="Contatore visite gratuito" border="0" /> <!/noscript> Eman Engine Stats Directory www.Siti-Web-Bologna.it

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:09 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com