RICHIEDI L'ISCRIZIONE AL FORUM PER POTER PARTECIPARE ED ACCEDERE A TUTTE LE DISCUSSIONI
CLICCA QUI PER LA RICHIESTA DI ISCRIZIONE !!
 
Poll:: UFO : i governi sanno tutto?
Replies
#1
(12)
#2
(20)
#3
(38)



Poll Data
Total Votes: 70
Total Votes by Registered Users: 32
Total Votes by Anonymous Users: 38
Previous page | 1 2 | Next page
Facebook  

UFO : i governi sanno tutto?

Last Update: 2/2/2020 2:52 AM
Author
Vote | Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 1,319
Registered in: 11/10/2011
Location: BARI
Age: 39
Gender: Male
Job/occupation: Programmatore
Mod Ufologando
Veteran User
12/13/2011 3:51 PM
 
Quote

Re:
Gabrjel, 13/12/2011 11.16:


Se invece chiedi ad un pezzo grosso dell'intelligence con ogni probabilità ti dirà: "è giusto nascondere certe cose, perchè al giorno d'oggi ne va del futuro delle nazioni".

E di certo io non me la sento di dar torto a nessuna delle due affermazioni, perchè sono entrambe giuste.
E qui infatti entra in gioco la dualità...bene/male...verità/menzogna...ecc...
Insomma è un gioco già visto e che sempre ci sarà.


Proprio questo è il fulcro del discorso. Dire che comunque è un bene tenere la verità nel cassetto nonostante si riempia di polvere non credo che possa essere condiviso, il gioco politico è proprio quello di ricordare in maniera parziale le vicende e/o tramutarle a seconda delle necessità.
OFFLINE
12/13/2011 5:39 PM
 
Quote

Per me i governi sanno tutto e ce lo nascondono.
Nel caso gli ufo fossero terrestri e quindi il frutto di esperimenti militari(cosa di cui dubito fortemente!),i governi hanno interesse a nascondere le loro armi.Nel caso,invece, fossero alieni non mi sembra possibile che gli apparati di sicurezza militare non sappiano e caschino dalle nuvole.......questa è la favola che ci vorrebbero far credere ma io alle favole non credo.......piuttosto credo agli alieni! [SM=g8133]
OFFLINE
Post: 11
Registered in: 12/9/2011
Age: 34
Gender: Male
Junior User
12/25/2011 8:01 PM
 
Quote

Quoto Profondo_blu dalla prima all' ultima parola.

Davvero un intervento molto, molto acuto.

Proverò a dire la mia in poche parole rispondendo alla interessante questione del "dilemma", che raramente viene sollevata.


Io ho votato la numero 3.


I governi, perlomeno alcuni (non pochi) sanno qualcosa e hanno deciso di tenerlo nascosto, almeno per ora.

Gli Americani sappiamo come ne sono venuti a conoscenza - Roswell - gli è piovuta la manna dal cielo, una benedizione e maledizione al tempo stesso.

I Russi sicuramente ne sono a conoscenza almeno dal tempo del regime sovietico.

E i nazifascisti probabilmente anche ne erano a conoscenza, seppure in maniera assai più limitata.


I governi di oggi?


Qualunque nazione moderna minimamente industrializzata - i.e. dotata di una sua forza aerea e una infrastruttura a terra che permetta una decente copertura radar del proprio territorio - si accorgerebbe e si è senza dubbio accorta del problema, anche senza venirne informata da altri.

Prima o poi ti accorgi che Qualcosa sorvola le tue basi e non è dei tuoi, non è nemico ed è... troppo diverso e strano e avanzato, al punto da essere incomprensibile e ingestibile.

Io credo sia proprio così che sia avvenuta la "scoperta" da parte della maggioranza dei governi che sanno - che non sono per forza la maggioranza di quelli presenti sul globo, anzi.


Difficile immaginare qualcosa come un supervertice segreto alla pari tra tutti i governi, specie durante la Guerra Fredda. Fantapolitica.

Chiunque abbia incontrato questa materia avrà cercato di tenere per sè il maggior vantaggio possibile, al massimo collaborando con i suoi alleati più fidati.

Che nel caso degli USA significherebbe l' Inghilterra e non certo l' Italia....


Ergo la maggior parte dei governi che sanno (qualcosa) ci è arrivata da sola, magari anche "origliando" i vicini.

La cosa del resto è troppo grossa per non essere notata dal governo locale o per essere tenuta nascosta al 100% da chiunque.

Sulla politica di segretezza adottata e la sua legittimità morale, però, c' è da aggiungere dell' altro.


Vi sono diversi fattori, e non tutti "puliti".


1) Pericolo per l' ordine pubblico - panico di massa

2) Ragion di Stato - tenere per sè le scoperte tecniche derivate dallo studio.

3) Interessi loschi per usare un eufemismo.


E' vero certamente che perlomeno inizialmente le ragioni politiche di prudenza e la ragion di Stato è condivisibile, ma non si può neanche negare che questo genere di materie, fonte di immenso potere, ha subito attirato a se certi soggetti come le mosche al miele.

Sono loro che controllano la cosa ormai da tempo, e non più tanto i nostri rappresentanti (sempre meno) eletti.

Eisenhower forse la controllava ancora, ma già Kennedy venne "fired" per aver provato a riprendere in mano del governo la materia. IMO.


Pensiamola come vogliamo su questo ultimo punto, ma è palese che ormai chi gestisce la cosa corrisponda solo in certa misura e senso ai governi.

Chi ha trovato in questa materia una miniera inesauribile di conoscenze avanzate e quindi potere, sfrutta le risorse degli Stati a suo favore, con la complicità di alcuni altissimi funzionari e nella generale inconsapevolezza e buonafede della "manovalanza".

Come disse una volta Clinton a riguardo, "c' è un governo dentro il governo e io non lo controllo".


Concluderei con un mio pronostico:


attenti a chi lasciamo il potere, poichè fino a che restiamo dei primitivi siamo relativamente inoffensivi per gli Altri.

Ma ormai da tempo abbiamo i mezzi per mandare sonde nello spazio seppur vicino, e così via.

SE lasciamo alle persone sbagliate tutta questa conoscenza oggi, domani avranno un' arma con cui rappresentare una minaccia per Loro.


Stanno giocando col fuoco sulla nostra pelle.......
12/25/2011 11:58 PM
 
Quote

Ho votato la numero tre. Che i governi sappiano "qualcosa" è un dato di fatto, il cover-up in campo ufologico iniziò già alla nascita moderna del fenomeno, secondo molti, dopo l'incidente di Roswell fino ad oggi. Sia come sia se qualcosa non lo sanno loro, non lo sa nessuno. Non credo tuttavia alle voci leggendarie riguardo ai vari patti che governi e alieni han fatto anni fa, a questo no. Non credo a tecnologia aliena data agli umani e così via. Certo, molto più probabile qualche crash dove è stata recuperata della tecnologia, ma niente di più. Sono quasi certo che gli stessi governi hanno paura di questa problematica mondiale, farebbero i salti mortali pur di non rilevare nulla, è per questo che non credo a possibili future rivelazioni uffiali. Credo quindi che i governi sappiano cosa sono gli UFO, ma non rilasciano molto materiale, i famosi file declassificati sono solamente una minimissa fetta di qualcosa di molto più grande. Siccome io pendo per l'ipotesi extraterrestre, è chiaro che la numero tre è quanto di più fattibile ci possa essere.
OFFLINE
Post: 1,319
Registered in: 11/10/2011
Location: BARI
Age: 39
Gender: Male
Job/occupation: Programmatore
Mod Ufologando
Veteran User
6/1/2012 3:18 PM
 
Quote

Re:
AlessandroCacciatore, 25/12/2011 23.58:

Ho votato la numero tre. Che i governi sappiano "qualcosa" è un dato di fatto, il cover-up in campo ufologico iniziò già alla nascita moderna del fenomeno, secondo molti, dopo l'incidente di Roswell fino ad oggi. Sia come sia se qualcosa non lo sanno loro, non lo sa nessuno. Non credo tuttavia alle voci leggendarie riguardo ai vari patti che governi e alieni han fatto anni fa, a questo no. Non credo a tecnologia aliena data agli umani e così via. Certo, molto più probabile qualche crash dove è stata recuperata della tecnologia, ma niente di più. Sono quasi certo che gli stessi governi hanno paura di questa problematica mondiale, farebbero i salti mortali pur di non rilevare nulla, è per questo che non credo a possibili future rivelazioni uffiali. Credo quindi che i governi sappiano cosa sono gli UFO, ma non rilasciano molto materiale, i famosi file declassificati sono solamente una minimissa fetta di qualcosa di molto più grande. Siccome io pendo per l'ipotesi extraterrestre, è chiaro che la numero tre è quanto di più fattibile ci possa essere.


Ciao Alessandro!
Ammettendo che l'ipotesi extraterrestre sia la più plausibile, quali possono essere le implicazioni nella nostra vita quotidiana la conoscenza di vita aliena presente sul nostro pianeta?
Il motivo per cui tecnologia a noi sconosciuta precedentemente abbia avuto un impatto notevole sul nostro stile di vita, può essere uno dei motivi che spinge i governi al cover-up?

Ovviamente tralascio tutte le altre convulsioni mentali quali fede, politica, economia et simila per non divagare troppo, concentrandoci solo su un unico argomento.
2/6/2013 11:03 AM
 
Quote

I Governi sanno tutto..ma tutto cosa?
Quel tutto secondo me sono armi e progetti top secret.
Anzi i video e foto che circolano in rete sono partoriti proprio da loro con il solo scopo di sviare l'attenzione da ciò che invece possono realizzare in segreto.
Questa è solo una mia idea.
Sta di fatto che abbiamo la bomba atomica e altre diavolerie mentre di alieni nemmeno l'ombra.
Se volessi credere a quel che mi raccontava mio padre che lavorava in torre di controllo allora di oggetti non militari e non identificabili ce n'erano parecchi. Ma ragazzi miei le prove non ci sono.
Quindi..
2/10/2013 10:55 AM
 
Quote

Bisognerebbe capire cosa si intende per sapere tutto. Sapere tutto cosa? Che esiste il fenomeno UFO? Che sono extraterrestri? Ritengo che i governi sanno del fenomeno quanto ne può sapere una seria associazione privata che si occupa di tale studio. A volte anche meno.
OFFLINE
Post: 151
Registered in: 11/2/2011
Location: MILANO
Age: 51
Gender: Male
Junior User
6/1/2013 10:13 PM
 
Quote

secondo me sono domande assolutamente generaliste.

ho votato in ogni caso, ma mi ha fatto un po' ridere mettere ai voti una cosa così strutturata.

Perché alla fine è la percezione della cosa da parte degli utenti.
Non è la rappresentazione della realtà.
____________________________________________________

6/2/2013 4:46 PM
 
Quote

Ah, sì? E quello che ho visto io da ragazzino ...?


QUELLA CROCE SU ROMA....

Avevo 10 anni, frequentavo la V Elementare, quel giorno,di sabato, facevo il turno pomeridiano di scuola, quindi ero a casa a fare i compiti. La finestra della stanza in cui ero dava su una delle piu note piazze romane : Campo de' fiori,quindi una visuale ampia, e sotto, visto che era mattina vi era il ben noto mercato all'aperto (lo dico perché sarà un particolare che serve). Verso le ore 11.00, mia sorella , piu grande di me, che era in finestra, mi chiama a gran voce per vedere quanti bei palloni sonda volassero in cielo in quel momento! Sapeva che a me piaceva tutto ciò che volava; conoscevo ad esempio molto bene qualsiasi aereo ed il traffico di procedura di discesa per l'unico aeroporto di Roma, allora Ciampino, in quanto gli aerei in attesa di atterraggio (holding), giravano tutti sul centro della Capitale, sulla mia testa insomma e con il mio piccolo cannocchiale mi divertivo spesso a guardarli. Non divaghiamo, mi precipitai alla finestra e subito con mio grande stupore mi accorsi di quello che non stavo vedendo...cioè palloni sonda , e tutti in formazione a V ! La mia bocca rimase spalancata, pensai "di palloni ne vengono lanciati uno per volta, massimo due! E poi, tutti in formazione perfetta..." pensai a dei palloncini sfuggiti ad un rivenditore, ma correvano e non c'era vento! (Quando tirava vento, in piazza le tende delle bancarelle sottostanti si gonfiavano proprio come delle vele, anzi qualcuna , con mio divertimento, si ribaltava anche...). E allora...? Cosa stavo osservando? Di UFO non ne sapevo niente. Corsi giù in strada, dalla parte opposta da cui stavo osservando e mi ritrovai con il naso all'insu' in un'altra piazza (già, l'ingresso del portone era da piazza Farnese e le finestre sull'altra piazza), quella bella strana formazione era lassù che continuava a volare verso il Vaticano, come direzione, l'altezza di quei bei pallini bianchi sul bellissimo cielo azzurro di novembre poteva essere stimata sui 4 / 5 mila m. C'era un altro problema in quella formazione... Tutti quei pallini bianchi (ora direi dischi) dondolavano, o meglio, oscillavano in avanti e in dietro, quasi impercettibilmente tra di loro. Ad un certo punto , quando stavo per perderli a causa del palazzo di fronte, mi accorsi che un'altra formazione di altrettanti oggetti andava incontro alla precedente; il palazzo dell'ambasciata francese mi impedi' di vedere il resto... Poi ero piccolo, non potevo allontanarmi per vedere meglio, d'altronde non sapevo cosa stava effettivamente succedendo... Qualche giorno dopo lessi alcuni quotidiani in un'edicola vicino casa mia, che si erano di nuovo visti i Dischi Volanti su Roma... E cosa erano ? Pero' ricordo bene che mentre LI guardavo mi tremavano le gambe ! Seppi poi da un libro dell'allora console Perego (uno dei primi ufologi italiani ) che quelle due formazioni, anche da lui osservate, avevano composto una sorta di croce greca, sciogliendosi e ricomponendosi più di una volta (come evidentemente a far vedere che la cosa non era una casualità ); e quando si concentravano cadeva quella strana sostanza chiamata bambagia silicea...
Da allora, da astronomo dilettante, divenni anche...Ufologo!

LA FORMAZIONE "A CROCE"
A mezzogiorno preciso vidi una formazione perfetta a "V" di venti apparecchi, la più numerosa vista fino a quel momento, procedere da oriente verso Ostia. Quasi contemporaneamente, ne vidi un'altra identica procedere in "senso opposto". Fu questione di poche decine di secondi. Le due squadriglie si incontrarono, si congiunsero ai vertici delle grandi "V" e formarono una perfetta "Croce Greca" di esattamente quaranta apparecchi (dieci per ciascun braccio).
La croce ruotò su sé stessa di tre quarti di giro trasformandosi in una X. Poi le due squadriglie si distaccarono, formando ciascuna una serpentina di 20 apparecchi. Dopo alcune curve nel cielo, le due serpentine scomparirono alla vista, portandosi ad una quota superiore. Tutta la manovra era durata, complessivamente, circa tre minuti.
La croce era stata disegnata in direzione di Trastevere-Montemario e cioè nel cielo sovrastante la Città del Vaticano.
Avevo la sensazione di aver assistito a qualche cosa di nuovo e di supremamente grande. Era indubbiamente l'emozione più forte che avessi provata nella mia esistenza. Erano americani? Mi ricordai in quel momento la data: 6 novembre, vigilia dell'Anniversario della Rivoluzione Russa. Erano forse russi? Cominciai a notare che dal cielo cadevano lunghissimi filamenti lucenti (di otto, dieci metri) sottilissimi. Avevo visto cadere la stagnola antiradar degli apparecchi americani, durante la guerra. Non era la stessa cosa. Questi filamenti erano sottilissimi: sembravano fili di ragnatela. Riuscii a prendesse uno: poteva sembrare una materia vetrosa, che si volatizzava dopo qualche tempo.
Gli apparecchi continuarono ad apparire, a volte in squadriglie, a volte in fila indiana.
Compresi, in seguito, che si trattava di una precisa manovra che si ripeteva. Notai che quando gli apparecchi si concentravano nel medesimo punto del cielo, si formava, al di sotto, una specie di alone bluastro opaco mentre gli apparecchi compivano cerchi al di sopra.
Ad un certo momento vidi convergere in un determinato punto del cielo, proprio in direzione del centro di Roma, alcune squadriglie: tre, quattro, cinque, sei, sette. Contai l'uno dopo l'altro fino ad ottantacinque apparecchi.
Realizzai che ve ne dovevano essere su Roma, in quel momento, almeno un centinaio. Seguii il va e vieni di questi apparecchi fino alle 13. Verso questa ora scomparvero definitivamente. In quale direzione? Attesi con curiosità le edizioni dei giornali della sera. Con mia enorme sorpresa non vi era una parola della manifestazione.
Mi recai alla redazione di un giornale ("Il Secolo") e ne parlai ad amici giornalisti. Mi guardarono increduli. Dissi allora che preferivo non si pubblicasse nulla. Pensavo che le Autorità avessero avuto motivi per non diramare la notizia alla stampa...
( Console A. Perego )


Ho ritrovarto la ricostruzione dell'avvistamento della "croce" su Roma
(effettuato dal sottoscritto e già ampiamente descritto), del 1954!




E quasi tutti i giorni uscivano titoli così sui quotidiani...








Saranno pure cose ..."soggettive", ma .... [SM=g27993]



OFFLINE
Post: 151
Registered in: 11/2/2011
Location: MILANO
Age: 51
Gender: Male
Junior User
6/4/2013 10:40 PM
 
Quote

beh, è la TUA realtà dei fatti, ma tranquillo mica è una colpa.
____________________________________________________

6/5/2013 3:05 AM
 
Quote

Re:
PhotoBuster, 01/06/2013 22:13:

secondo me sono domande assolutamente generaliste.

ho votato in ogni caso, ma mi ha fatto un po' ridere mettere ai voti una cosa così strutturata.

Perché alla fine è la percezione della cosa da parte degli utenti.
Non è la rappresentazione della realtà.




Dai, Photobuster!!! [SM=g8268]
Mi pare si sia tra persone che fanno funzionare mediamente la favella quanto i neuroni. Le puntualizzazioni sul "Di cosa si sta parlando?" le vedo un po' come un'inutile OT per portare la discussione su "Gli ufo non esistono, se intesi come velivoli alieni alla Terra."

Ti dico come "l'ho capita io". [SM=g8153]
Innazitutto come voglia di un utente di argomentare su tutt'altro rispetto alle voglie che hai tu.

Secondariamente come forma meno definita di questa domanda...below.


Se parte di ciò che è il fenomeno U.F.O., fosse in conoscenza ai governi essere di natura non terrestre, ce lo direbbero?

Su questo credo sia lecito supporre che: No,non ce lo direbbero.

Mille i motivi che ho da addurre...se necessita farlo.
Ma non credo sia indispensabile sottolineare con motivazioni ciò che appare inconfutabile.
Da sempre il potere e il sotterfugio sono compagni inseparabili. Esistesse la possibilità di celare, nel caso di contatti extraterrestri, il panorama web delle discussioni in merito sarebbe probabilmente proprio quello odierno. Un battibeccare sui contorni di una marea di documenti foto/video, prodotti spesso in barba a leggi nazionali che pare non esistano quando si parla di spargere/creare falsità UFO. Come ho già detto prima, l'ufologia e il killhoaxing diffuso a complemento, trattano ormai di un argomento che non ha nulla a che fare con la ricerca di verità all'interno del contaminatissimo fenomeno di base. L'argomento è chi ce l'ha più duro.
Di testimonianze, evidenze quantomeno curiose nell'arte e nei documenti antichi, nei documenti militari, nella statistica, a nessuno importa.
Ciò che non è spiegazione provabile con scienza, viene collocata comunque come riconducibile a fenomeno terrestre, spesso motivando con "assomiglia a". O non discussa in quanto non analizzabile col metodo scientifico. 200 testimoni?! Fa niente...I TESTIMONI NON CONTANO UN CAZZO.

Un metodo alquanto curioso di cercare un ago in un pagliaio, quello di dire che tanto l'ago nel pagliaio non c'è, e basta.
L'unico scopo del perseguire tale via o quella opposta del non motivare nulla, con medesimi modi sistematicamente palesati in successione, è l'esistenza di un secondo, personale fine. Sia la costante affermazione di verità senza prove, sia la sistematica avversità alla discussione "tout-court".
La ricerca è tutt'altra cosa, spiace dirlo con assoluta certezza e senza peli sulla lingua, ma di appassionati sinceri alla vera ricerca di altra vita intelligente al di fuori del nostro pianeta e senza interessi personali, ne vedo davvero pochissimi in qualsiasi luogo di discussione ufologica esista nel web.



Per come la vedo io, una ipotizzabile presa di contatto sarebbe certamente preceduta da sonde di varia foggia. Almeno oggigiorno , visti da chi arrivasse da fuori, appariremmo come un pianeta caoticamente abitato da una specie dominante di natura mediamente aggressiva e che pesa irresponsabilmente sul proprio habitat. Suppongo che una tecnologia tale da volare in esplorazione o quant'altro verso un'altra stella, sia anche in grado di osservare ciò che vuole da notevole distanza, comunque senza dover entrare nell'atmosfera.
Mi pare quasi banale doverlo asserire. Quasi mi sento di scusarmi se ho parlato di IPOTETICI velivoli alieni e di come mi pare logico che potrebbero comportarsi. Ripeto nuovamente, e con rammarico che trovo l'onda di discussione sull'intero argomento, attenta soprattutto ad "aver ragione" e per nulla interessata all'intera questione di altra vita intelligente oltre noi.
Molti ottimi debunkers che m'hanno dato un aiuto a definire quello che già sapevo da quand'ero ragazzino, vedo che non si interessano affatto di discutere questioni di conquista spaziale, di astrobiologia, di definizione e conoscenza cosmologica...e quant'altro non dia modo di sfoggiare competenze-puntualizzare-deridere.

Non una delle tre cose. Tutte e tre strettamente correlate, ogni qualvolta l'interlocutore non dia loro ragione nel giro di un paio di post.
Non sto assolutamente parlando di nessun luogo in particolare, ma di tutti quelli dove si discute dell'argomento liberamente, o quasi.
Di sapere se siamo soli nell'universo/i, in soldoni tanto da spenderci ore di letture e ragionamenti e ricerche personali, sembra non freghi una cippa a nessuno. Pardon...a parte pochissimi. [SM=g8161]
[SM=g8159]

Capitasse dalle nostre parti qualcuno che vola tra le stelle in scioltezza, credo si limiterebbe a biasimarci da lontano, tirando dritto per la sua via.
Fosse qui perchè è venuto proprio per incontrarci pacificamente, sono certo che contatterebbe in primis le nostre installazioni nelle immediate vicinanze terrestri, molto prima d'avventurarsi a fare un giro in casa d'altri.

Chi asserisce, come ho letto in vari luoghi sul web, che i governi non sarebbero per forza i primi ad essere contattati, può contare su una probabilità pressochè nulla di avere ragione. Se lo scopo è il contatto pacifico, eventuali esseri alieni che arrivassero domani credo si fermerebbero in portineria, e chiederebbero a Parmitano e compagni se "è permesso".

Per come la penso io, a conoscere con la massima certezza possibile il fenomeno UFO, sono certamente i vertici del potere mondiale. Su questo penso non ci siano dubbi logici a riguardo.

Come penso non dovrebbero essercene sul fatto che verrebbe certamente gestita in segretezza, fin dove possibile, un'eventuale notizia sulla loro presenza.

Quindi ammettendo la possibilità che tra le tonnellate di speculazione ci sia del "vero"...penso che ogni mezzo sarebbe lecito e adoprato senza remora alcuna, per come è noto essere da sempre il modus de bellum dei poteri forti, per secretare o negare e depistare "sino alla morte"...eventuali scomode evidenze.

Voler provare ciò che per sua natura è assai arduo se non impossibile comprovare, e in mancanza di prove certe... non vale la pena discuterne, a me pare a volte atteggiamento assai sospetto. Altre volte semplicemente supponente e coacervo di pingue ego. In ogni caso, palesemente falso come ideologia, a prescindere.
Perdonatemi la franchezza.

Sparviero 555, 02/06/2013 16:46:

...

E quasi tutti i giorni uscivano titoli così sui quotidiani...
...
Saranno pure cose ..."soggettive", ma .... [SM=g27993]



Massimo, mi potresti indicare, anche in privato eventualmente, dove posso leggere per intero alcuni articoli come quelli del tuo collage riguardanti atterraggi di velivoli sigariformi?

Da qualche parte l'avrai postato certamente...spero tu abbia dei link da fornirmi. Grazie mille. [SM=g27985]
OFFLINE
Post: 151
Registered in: 11/2/2011
Location: MILANO
Age: 51
Gender: Male
Junior User
6/5/2013 8:55 AM
 
Quote

ripeto, per me son domande "generaliste".

Perché?

Perché ad esempio (ed E' un esempio figurativo) i "governi" (e già qua comprendere "tutti" i governi....) sanno tutto, poco o nulla?

Di cosa? Potrebbero "sapere" di una nave schiantata oppure di avvistamenti, o di un contatto negli anni 50 stile MIB.

Non si specifica.

E' come chiedere "I cibi sono dolci, mediamente dolci, o amari?"

Capisci anche tu che è una domanda assurda, no?

tutto qua, senza nessun intento di polemica, ma con queste tre domande, alla fine ti ritrovi a parlare del sesso degli angeli. [SM=g10218]
____________________________________________________

OFFLINE
Post: 10
Registered in: 4/6/2013
Location: MILANO
Age: 44
Gender: Male
Junior User
6/10/2013 6:17 PM
 
Quote

Re:
PhotoBuster, 05/06/2013 08:55:

ripeto, per me son domande "generaliste".

Perché?

Perché ad esempio (ed E' un esempio figurativo) i "governi" (e già qua comprendere "tutti" i governi....) sanno tutto, poco o nulla?

Di cosa? Potrebbero "sapere" di una nave schiantata oppure di avvistamenti, o di un contatto negli anni 50 stile MIB.

Non si specifica.

E' come chiedere "I cibi sono dolci, mediamente dolci, o amari?"

Capisci anche tu che è una domanda assurda, no?

tutto qua, senza nessun intento di polemica, ma con queste tre domande, alla fine ti ritrovi a parlare del sesso degli angeli. [SM=g10218]


Non posso che essere d'accordo, la domanda è posta in termini troppo generalisti, certo è rivolta all'interno di un determinato contesto ma non basta.

E se non ci fosse niente da sapere?


[Edited by Reevo 6/10/2013 6:18 PM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Questo forum non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro). L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.



<!script type="text/javascript" src="http://codice.shinystat.com/cgi-bin/getcod.cgi?USER=ufologando"> <!noscript> <!a href="http://www.shinystat.com/it" target="_top"> <!img src="http://www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=ufologando" alt="Contatore visite gratuito" border="0" /> <!/noscript> Eman Engine Stats Directory www.Siti-Web-Bologna.it

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:40 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com